Spam e alternative

webbfox

Nuovo Utente
18 Mag 2011
2
0
0
Ciao Ragazzi,

sto gestendo un dominio attualmente, e il vecchio gestore ha inviato precedentemente delle e-mail marketing dal server SMTP del dominio e dall'indirizzo e-mail ufficiale del dominio. Il risultato è che ovviamente che tutte le e-mail, anche non commerciali, oggi vengono considerate spam dai gestori tipo Libero, Tiscali, Alice, Virgilio etc.

Ho controllato che il server e l'Ip statico non fossero presenti nelle Blacklist sui principali motori di ricerca, ed infatti nè uno nè l'altro figurano in rosso. Sembrano tutti buoni ed accettati

Ma Liberomail ad esempio continua a considerare le e-mail Spam.

Come si può rimuovere l'indirizzo dalla lista spam?

Grazie mille in anticipo.
 

maxbossi

Amministratore
Membro dello Staff
ADMIN
MOD
25 Feb 2003
2.005
37
48
www.ikiweb.it
Ciao,

Il problema della deliverability della mail è uno dei più complessi.
Per capire esattamente il motivo per il quale i tuoi messaggi vengono bloccati dovresti verificare i BOUNCE, cioè le risposte automatiche che Libero (ed altri gestori) ti mandano quando una mail incontra qualche problema.
Poi, se il problema è "locale" su Libero devi contattare loro, spiegargli che non fai spam e supplicare di venire sbloccato...
 

Giovaweb

Nuovo Utente
16 Ago 2018
15
0
1
www.vivabot.it
Ciao!

Ho visto che hai questo problema…

Perché invece che le newsletter non pensi di utilizzare i chatbot?

Queste chat hanno un tasso di apertura molto più alto delle classiche mail, infatti ricevendole direttamente in una chat su smartphone è più facile che vengano lette.

Questo perché tendenzialmente le persone ormai preferiscono le app di messaggistica e i social media, i chatbot sfruttano l’app di messaggistica del social network più utilizzato al mondo ovvero Facebook Messenger.

I chatbot sono chat automatizzate che interagiscono con l’utente in modo automatico.

Possono essere dei veri e propri assistenti virtuali per il cliente oppure, per l’appunto, utilizzati per ricontattare con contenuti personalizzati.

Infatti con domande e informazioni raccolte si possono targettizzare e profilare perfettamente i propri utenti e sarà possibile ricontattarli in modo personalizzato in base alle loro risposte.

Questo rende i chatbot molto più efficaci delle newsletter.
 

Lela89

Nuovo Utente
29 Ago 2017
7
0
1
Ciao!

Ho visto che hai questo problema…

Perché invece che le newsletter non pensi di utilizzare i chatbot?

Queste chat hanno un tasso di apertura molto più alto delle classiche mail, infatti ricevendole direttamente in una chat su smartphone è più facile che vengano lette.

Questo perché tendenzialmente le persone ormai preferiscono le app di messaggistica e i social media, i chatbot sfruttano l’app di messaggistica del social network più utilizzato al mondo ovvero Facebook Messenger.

I chatbot sono chat automatizzate che interagiscono con l’utente in modo automatico.

Possono essere dei veri e propri assistenti virtuali per il cliente oppure, per l’appunto, utilizzati per ricontattare con contenuti personalizzati.

Infatti con domande e informazioni raccolte si possono targettizzare e profilare perfettamente i propri utenti e sarà possibile ricontattarli in modo personalizzato in base alle loro risposte.

Questo rende i chatbot molto più efficaci delle newsletter.

In termini di semplicità di utilizzo e sviluppo posso confermare che questa sia una soluzione più agevole. In azienda è da circa 6 mesi che stiamo cercando di "ripulire" la credibilità del server per non finire nel filtro spam, è impresa ardua come detto.

È pur vero che le chat bot non sono l'ideale per fare marketing customizzato sul cliente. Dipende sempre, quindi, da cosa devi farci.