Dal 1° luglio l'Iva corre su Internet

peppoweb

Utente Attivo
Va in vigore un nuovo regime di tassazione per alcune tipologie di acquisti effettuati su Internet



10 giugno 2003 Andrà in vigore il prossimo 1° luglio la nuova normativa comunitaria che impone il pagamento dell'Iva su alcune tipologie di vendite effettuate online.
Nella sostanza, a seconda del regime in vigore, la legge impone una tassazione compresa tra il 15 e il 25% su transazioni quali il download di software o musica, abbonamenti a Internet service provider, e su prodotti acquistati su aste in uno dei paesi membri.
Per alcune dot-com europee l'Iva non è una novità, dal momento che l'hanno applicata fin dall'inizio. Altre compagnie, soprattutto d'Oltreoceano, hanno approfittato di un regime d'esenzione per guadagnare una competitività da altri considerata poco corretta.
In ogni caso, ora il problema è scegliere il Paese con il regime d'Iva più conveniente. E non a caso Aol Europe ha trasferito il suo quartier generale nel Lussemburgo, che ha uno dei regimi fiscali più economici.
Quanto a eBay, la società dovrebbe assorbire l'Iva in Italia e in Francia, mentre in Germania e nel Regno Unito, ovvero nei due Paesi più profittevoli, ha alzato le commissioni per assorbire l'Iva.

fonte: PC Open