Aruba Cloud VPS: Guida alla scelta delle taglie

Discussione in 'Server Dedicati e VPS' iniziata da michyprima, 2 Aprile 2016.

  1. michyprima

    michyprima Nuovo Utente

    Registrato:
    2 Aprile 2016
    Messaggi:
    4
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Punteggio:
    1
    Approcciarsi al mondo dell'hosting unmanaged non è sempre semplice, ed è sicuramente difficile, per un novellino, rendersi conto delle risorse di cui la propria destinazione d'uso avrà bisogno. Le variabili sono tante ma confido che, al termine di questa lettura, avrete sicuramente le idee più chiare.

    Come un normalissimo PC una VPS ha una certa quantità di RAM, di banda, di CPU e così via. Ma a me, quanta ne serve?


    Le taglie offerte dall'azienda sono le seguenti:
    [​IMG]

    Partiamo dall'utilizzo più classico: il server web. Premetto che preferisco nginx ad apache, perché molto più parsimonioso nelle risorse, e fra un attimo vedrete perché. Un server web, di solito è composto da 3 elementi:
    • Il server HTTP (nginx nel nostro caso)
    • L'elaboratore per le pagine dinamiche (molto frequente l'uso di PHP)
    • Il server database (MySQL)

    Gli ultimi due sono opzionali, ovviamente. Se a voi interessa servire solo pagine statiche, evitando database e php (quindi niente wordpress!), la taglia S andrà più che bene, perché nginx con quelle risorse può facilmente servire parecchie centinaia di persone contemporaneamente. Se intendete aprire siti php con database allora la storia cambia molto a seconda del traffico che vi aspettate di ricevere. Contate di destinare 200MB di RAM (il segreto per un sito veloce è andare leggermente larghi) per MySQL, un centinaio per nginx, e una cinquantina per ogni processo PHP. Per un sito che genera fino a qualche migliaio di richieste al giorno, la S andrà quindi ancora bene. Superata questa soglia, consiglio poi di monitorare l'uso medio della CPU; se questo è troppo vicino al 100% (improbabile, però meglio controllare), sarà poi necessario saltare alla L, altrimenti la M farà al caso vostro.

    Passiamo al mail server. Un setup semplice avrà:
    • Un server SMTP (postfix)
    • Un server IMAP (POP3? nah...)
    • Un daemon per la scansione per spam e virus
    • Eventualmente, un server MySQL per memorizzare utenti e dati vari

    Posso subito dirvi che per un setup del genere ci vorrà tanta RAM. Nei miei test, ho riscontrato che una VPS con postfix, dovecot ed amavis, resta più o meno con un centinaio di MB liberi su 1024. Nella fattispecie è la scansione antivirus che consuma più di tutto e, facendone a meno, si risparmia moltissimo. Con un po' di ottimizzazione potreste farci stare su una S anche MySQL, ma lo sconsiglio. Se avete bisogno di un server web e di uno mail, allora vi conviene prendere due S, in modo da avere MySQL dall'altro lato assieme al setup web. Un setup di questo tipo può tranquillamente reggere svariate decine di utenti contemporaneamente.

    Per entrambi i casi la XL, infine, è una valida opzione se avete un business da costruire sul web o sulle mail e prevedete di avere moltissimi utenti attivi. Una tale potenza di calcolo difficilmente verrà messa in ginocchio, soprattutto se gestita adeguatamente.
     
  2. maxbossi

    maxbossi Amministratore Membro dello Staff ADMIN MOD

    Registrato:
    25 Febbraio 2003
    Messaggi:
    1.994
    Mi Piace Ricevuti:
    32
    Punteggio:
    48
    Sesso:
    Maschio
    Home Page:
    Ciao michyprima, complimenti per la tua guida.
    Mi sembra interessante e molto chiara, sono sicuro che sarà d'aiuto a molti utenti del forum.
    Ciao
     
  3. Topastro

    Topastro Utente Attivo

    Registrato:
    17 Gennaio 2014
    Messaggi:
    52
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Punteggio:
    0
    Bella guida, mi sei cascato a fagiolo...
    stavo giusto ragionando sul cloud di aruba e la tua guida (molto pratica) mi ha chiarito un po' le idee.. leggendo la soluzione giusta per me dovrebbe essere la M ma per provare penso che partirò con la S ... intanto, se non ho capito male, posso cambiare taglia quando voglio, giusto?
     
  4. michyprima

    michyprima Nuovo Utente

    Registrato:
    2 Aprile 2016
    Messaggi:
    4
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Punteggio:
    1
    grazie mille, ho cercato il più possibile di rispondere alla domanda che all'inizio tutti ci poniamo ovvero: di cosa ho bisogno?
    perdona innanzitutto il ritardo, devo essermi perso le notifiche.
    Guarda se mi spieghi il tuo caso d'uso specifico sarò lieto di consigliarti, detta così è un pochino troppo generica.
    Si, puoi cambiare taglia in seguito, ma solo a salire e non a scendere.
     
  5. Topastro

    Topastro Utente Attivo

    Registrato:
    17 Gennaio 2014
    Messaggi:
    52
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Punteggio:
    0
    Ok, questa cosa non l'avevo capita: quindi posso aumentare la potenza ma non diminuirla? Quindi se ho periodi di punta in cui ho bisogno di maggiore potenza la posso acquistare... ma finito il "bisogno" la potenza supplementare sono costretto a tenerla (e pagarla), giusto?
     
  6. maxbossi

    maxbossi Amministratore Membro dello Staff ADMIN MOD

    Registrato:
    25 Febbraio 2003
    Messaggi:
    1.994
    Mi Piace Ricevuti:
    32
    Punteggio:
    48
    Sesso:
    Maschio
    Home Page:
    Ciao Topastro,
    Qui parliamo di VPS e non di cloud (in senso stretto). Se decidi di optare per una soluzione di cloud computing "pura" allora puoi aumentare e ridurre le risorse del sistema al bisogno. Rimanendo sempre su Aruba guarda qui: https://www.cloud.it/cloud-computing/caratteristiche.aspx
    Come vedi le risorse sono variabili:
    Su una classica VPS, invece, c'è maggior rigidità: le risorse allocate sono "fisse" e, solitamente, possono essere variate solo facendo un upgrade (cioè passando al piano di livello superiore).
     
  7. michyprima

    michyprima Nuovo Utente

    Registrato:
    2 Aprile 2016
    Messaggi:
    4
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Punteggio:
    1
    è più che altro anche una motivazione tecnica; ti spiego: essendo una VPS, hai lo storage inteso nella maniera classica, ovvero hard disk collegato alla macchina con una dimensione fissa, partizioni e tutto il resto. Se io prendo la taglia superiore, allargando il disco virtuale, poi non posso tornare più indietro perché quel tot di risorse è ormai allocato per me.

    Un'alternativa sarebbe di prendere due S, di cui una utilizzarla al 50% e l'altra al 100%, e configurare la prima anche come smistatore di traffico; una sorta di load balancing economico insomma (di solito si fa in 1+2, con una macchina libera che smista e basta e due che lavorano) così puoi cancellarla/sospenderla quando vuoi e lasciare la prima attiva in ogni caso.

    Ma da quanto ho capito il taglio più basso dovrebbe andarti bene. Queste macchine sono comunque basate su degli Xeon e reggono stress non indifferenti.
    Nei miei test hanno retto quasi 500 utenti contemporaneamente senza perdere colpi.

    Non so se posso linkare la recensione sul mio blog, @maxbossi?
     
    Ultima modifica: 13 Maggio 2016
Sto caricando...

Condividi questa Pagina